martedì 22 marzo 2011

Il Paraculismo Bellico all'italiana




L'Italia è come Fantozzi in regime di dieta, alla minima distrazione del Professor Birkermayer, MANCIA le sue polpette di bafaria.

Non si capisce bene il ruolo dell'Italia in questo intervento bellico in Libia: è praticamente partita la consolidata politica del "butto la pietrella e nascondo la manella". Sembra di essere tornati a scuola nel bel mezzo di una sessione de "lo schiaffo del soldato" o di "1,2,3 stella", bombardiamo il nostro amico Gheddafi sperando che lui non se ne accorga! 

Nel 2008 l'Italia ha siglato un trattato di amicizia con la Libia. E allora in che squadra giochiamo? Non è chiarissimo, nessun Napolitano o Berlusconi si è esposto. Siamo sicuri di essere in guerra? Non si sa nemmeno questo, intanto forniamo basi e aerei su richiesta per non far arrabbiare nessuno.

Fino a 2 mesi fa organizzavamo teatrini e bunga bunga con l'amico Gheddafi e nessuno osava "distubarlo" al telefono. Perchè ora si bombarda? Io qualche idea ce l'ho, ma fin dove arriverà il trasformismo e ambiguità all'italiana?





buzzoole code
Posta un commento